BAKKT chiude il Round di Finanziamento e porta a casa $ 182,...
BitCoin, News

BAKKT chiude il Round di Finanziamento e porta a casa $ 182,5 milioni



Bakkt lanciato dall’Intercontinental Exchange (ICE), la societa’ che gestisce la borsa di New York, ha comunicato di aver terminato il 31 dicembre il round di finanziamenti ricavando la somma di $ 182,5  milioni. Tra i finanziatori piu’ influenti troviamo Microsoft, Starbucks, Pantera Capital e Boston Consulting Group.

Ricordiamo che Bakkt mira a diventare un gateway affidabile per il trading di prodotti finanziari focalizzati su bitcoin, presentandosi a un pubblico istituzionale. Oltre alla speculazione sui prezzi, l’ICE sta anche cercando di facilitare l’uso del bitcoin per i pagamenti giornalieri e nei trasferimenti di denaro transfrontalieri.


Il lancio della piattaforma è stato piu’ volte rimandato. Inizialmente previsto per novembre 2018, è stato poi rinviato in quanto non vi erano le autorizzazioni necessarie da parte della Commodities and Futures Trading Commission (CFTC). Per questo motivo il lancio della piattaforma è previsto per la meta’ di gennaio 2019.

Battk è stata finanziata per mezzo di capitali di rischio e non ha utilizzato il classico finanziamento, come le ICO, che propongono le Crypto Aziende .

Il progetto è guidato da Kelly Loeffler, ex responsabile della comunicazione e del marketing presso l’ICE. Loeffler ha definito il 2018 come “l’anno piu’ attivo del settore blockchain” a differenza di ciò che la maggior parte degli investitori dilettanti potrebbe pensare.

Ha poi aggiunto:

Il 2018 è stato caratterizzato dall’aumento degli investimenti nella tecnologia di contabilità distribuita e nelle risorse digitali, nonchè dalle metriche di rete blockchain come il valore giornaliero delle transazioni di bitcoin e gli indirizzi attivi. Questi risultati tendono a essere messi in ombra dall’attenzione più ristretta al prezzo del bitcoin, che è stato visto da alcuni, come un proxy per il potenziale della tecnologia.

Anche se il 2018 ha visto un costante crollo dei prezzi, le start-up globali hanno attirato oltre $ 4,6 miliardi, con un aumento di quattro volte rispetto ai capitali investiti nel 2017. In tale ottica, gli investitori di primo piano, ritengono che il 2019 possa essere un buon anno per le criptovalute.

Ti invito a seguirci anche sulla nostra pagina  facebook  sul nostro account  twitter o sulla nostra pagina Linkedin


Leave a Comment